Ds sul piede di guerra «Stop al dialogo»

di , 13 gennaio 2004 08:08

JESOLO. Dialogo interrotto definitivamente tra amministrazione comunale e Ds. Il centrosinistra annuncia battaglia senza esclusione di colpi contro la Giunta Calzavara, dopo gli ultimi scontri seguiti alle polemiche sul Capodanno. Lo fa con il segretario dei Democratici di sinistra Franco Pasqualinotto che scende in campo a difesa del consigliere Antonio Babbo dopo gli ultimi attacchi della lista Martin che lo hanno bersagliato insieme a Roberto Rugolotto (Margherita). «Se fino a poco tempo fa era ancora possibile dialogare con il sindaco Francesco Calzavara – spiega il segretario dei Ds di Jesolo – adesso questo è di fatto divenuto impossibile, forse perché qualcuno è intervenuto in proposito o perché questa Lista deve rispondere a soggetti più in alto. In ogni caso noi siamo pienamente al fianco del nostro consigliere Babbo». E lo stesso Babbo replica al capogruppo della Lista Martin Fabio Rosin: «Mi pare che Rosin parli solo pochi secondi, poi delega a parlare Leandro Zaccariotto, con il quale formano l’accoppiata “Gianni e Pinotto”. Ci sono alcuni punti poi su cui siamo stati attaccati che vorrei approfondire. Per prima cosa sono pronto a dimettermi se la gestione dei parcheggi di Jtaca, in tutto 480 posti, è arrivata a 200 mila euro. Poi Rosin dovrebbe chiedere al consigliere Atvo Victor Rampazzo perché c’è stata la “svendita» come dice lui del 20% di Atvo. Oppure chieda al suo sindaco «dimezzato» che politica segue quando va ai consigli sul trasporto pubblico. Fuori i bilanci su Jtaca e la gestione del “Gratta e parcheggia” – continua – mentre per i vigili chiediamo solo se devono fare prevenzione o multare i mezzi quando a Jesolo non c’è nessuno, come il 2 gennaio». (g.ca.)

Lascia un commento

*

Panorama Theme by Themocracy