Semplificazione dei riti: pubblicato il decreto in Gazzetta Ufficiale

di , 26 settembre 2011 17:05

Il 21 settembre è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il  decreto legislativo 1° settembre 2011 n. 150 –  Disposizioni complementari al codice di procedura civile  in  materia di riduzione e semplificazione dei procedimenti civili di cognizione, ai sensi  dell'articolo  54 della legge  18  giugno  2009,  n.  69.

Con tale decreto  il Governo ha dato attuazione alla delega legislativa che aveva ricevuto dall’articolo 54, legge 18 giugno 2009 n. 69.

Il decreto composto complessivamente di 36 articoli e si struttura in 5 capi:

1) il primo, intitolato “Disposizioni generali” (articoli da 1 a 5), stabilisce le regole applicabili in relazione a tutte le controversie disciplinate dal Dlgs in esame e contestualmente funge da  “raccordo” con le norme del codice di procedura civile, chiarendo i limiti dei richiami e prevedendo norme destinate a risolvere problemi di coordinamento tra i diversi riti semplificati;

2) “Delle controversie regolate dal rito del lavoro” (articoli da 6 a 13), che elenca le 8 materie che devono essere decise osservando il processo del lavoro, nonché le particolari norme di deroga;

3) “Delle controversie regolate dal rito sommario di cognizione (articoli da 14 a 30), che indica le 17 tipologie di controversie cui è applicabile (con alcune deroghe e specialità) il processo sommario di cognizione di cui agli articoli da 702-bis a 702-quater c.p.c.;

4) “Delle controversie regolate dal rito ordinario” (articoli da 31 a 33), che detta le regole speciali da applicarsi in relazione a quelle pochissime materie che non presentano né finalità né caratteristiche peculiari;

5) “Delle disposizioni finali ed abrogazione” (articoli da 34 a 36) che stabilisce le norme indispensabili al fine di coordinare l’intervento del legislatore delegato sia con le molte leggi speciali “razionalizzate”, sia con i vincoli di bilancio dello Stato, sia con le regole processuali precedentemente pendenti (stabilendo la disciplina transitoria).

Lascia un commento

*

Panorama Theme by Themocracy